412 a.C. Il trionfo di Esseneto

Con grande soddisfazione comunico che stiamo preparando nella magnifica Valle dei Templi di Agrigento la rievocazione storica del trionfo di Esseneto, atleta di Akragas e campione ai giochi olimpici.

L’evento, che intende riproporre l’esperienza del maggio 2017 quando presso il Tempio di Giunone fu rievocato l’assedio della città da parte dei Romani, si svolgerà il 6 e 7 ottobre prossimi ed è promosso dal Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi.

Ideatori e organizzatori dell’iniziativa sono gli archeologi dell’associazione Pastactivity, Laura Danile, Giovanni Virruso e Zelia Di Giuseppe affiancati dal direttore artistico Andrea Moretti, con la collaborazione delle associazioni culturali “Figli del Sole”, “Simmachia Ellenon”, “Legio XV Apollinaris” e “The Phoenicians”.

“La Valle dei Templi – si legge in una nota del Parco – si prepara ad accogliere visitatori provenienti da tutta Italia per due giorni interamente dedicati alla divulgazione e alla didattica della storia.

Dimostrazioni e laboratori tematici consentiranno di rivivere l’atmosfera che si respirava ad Akragas nel V secolo avanti Cristo, quando Esseneto, campione per due Olimpiadi consecutive nella corsa dello stadion, celebrò il suo trionfo in città nel 412.

Sarà possibile assistere agli allenamenti, conoscere discipline sportive insolite, riproposte con abiti e attrezzi dell’epoca, scoprire la vita quotidiana ad Akragas come la cucina, il simposio e l’artigianato.

La rievocazione del trionfo di Esseneto rientra nelle iniziative di didattica dei beni culturali promosse dal Parco della Valle dei Templi di Agrigento per sensibilizzare la comunità nei confronti del patrimonio culturale.

Siamo consapevoli di essere chiamati ancora una volta ad un compito delicato e difficile, cioè ricostruire quel meraviglioso mondo antico che tanto affascina le genti e che rappresenta un patrimonio culturale universale da preservare e da divulgare, grazie a realtà importantissime come il Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento che ci dà questa possibilità e a cui siamo profondamente grati.

LINK DI APPROFONDIMENTO

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *